capeworld


ARAB STRAP CONCERTO OFFICINA ESTRAGON – BOLOGNA 18-02-2006 -
February 20, 2006, 5:46 pm
Filed under: Concerti













Chitarristi – Gargamella’s
February 10, 2006, 10:55 am
Filed under: Gargamella's




ALBERTINELLO


Alberto Mantellini
,
dovadolese, classe 1978, inizia a suonare la chitarra verso la fine del 2002, su
una Yamaha. In seguito frequenta un breve corso tenuto dal prof. Moreno
Lombardi, per circa 3 mesi. Acquista una Epiphone SG nel settembre 2003, e si
rivela una mossa azzeccatissima. Col nuovo strumento Albertinello ottiene lo
stimolo da vero autodidatta e si appassiona al rock anni ’70, in particolare al
blues-rock e ai Black Sabbath. Nonostante una tecnica approssimativa, si
guadagna il soprannome di bluesman per la sua propensione ad assoli
chilometrici ed in continua mutazione, imprevedibili e sfuggenti. Nei
Gargamella’s Albertinello è alla prima esperienza di gruppo, suona le chitarre
Epiphone (SG e Les Paul) e nel debutto Zibro Blues si è anche segnalato
come autore di diversi pezzi, brevi ma intensi. Protagonista anche nei due
seguenti dischi, non ha però partecipato alla registrazione di Sacrifice
e in maggio si è chiamato fuori dal gruppo, forse in disaccordo sulla direzione
musicale intrapresa.


NICO HIPPY


Nicolò Tassinari
,
dovadolese di residenza ma rocchigiano acquisito, classe 1983, si rivela fin da
adolescente grande amante del classico rock degli anni ’70, in particolare Jimi
Hendrix e Deep Purple. Chitarrista autodidatta sulla Fender Stratocaster, fonda
il suo primo gruppo nel 2000, i Wood Flowers, con base a Rocca San
Casciano. Quintetto dalla storia travagliata e ricca di contrasto, i W.F.
si sciolgono nell’autunno 2003, a seguito di un lento declino.
Contemporaneamente si dedica anche all’attività di vocalist dal timbro
cristallino e dall’alta impostazione, molto incline all’acuto tipicamente
gillaniano
. Diventa il cantante del gruppo forlivese On Air, con il
quale rimarrà per pochi mesi per poi abbandonare in seguito a contrasti e
divergenze personali con il leader Vecchiazzini. Nel febbraio 2003 è fra
i fondatori dello Studio Ten, quartetto dedito alla proposizione di cover
hard-blues ’70, con il quale si evolve come chitarrista non solo fenderiano, ma
anche gibsoniano. A seguito dell’abbandono in settembre del vocalist Vince
u.d.m.
, il gruppo praticamente non esiste più. Ma già in estate aveva fatto
pace con Vecchiazzini e aveva creato gli Scarabus, un quintetto
tributo ai Deep Purple che ottiene discreti consensi soprattutto nella Val
Bidente. Nei Gargamella’s Nico Hippy ricopre da sempre un ruolo di
fondamentale importanza, essendo il chitarrista solista (con la sua inseparabile
Fender Stratocaster), il principale compositore di pezzi inediti, cantante nel
mark II, tecnico del mixer e dei suoni, produttore artistico e in generale
promotore e organizzatore delle prove.



Buone nuove sul wi-fi per i comuni non coperti
February 9, 2006, 10:23 pm
Filed under: Girando per la rete

Salve a tutti ho trovato questo articolo su punto-informatico.it ve lo propongo.
Forse le mie richieste sono state ascoltate o non so… comunque stiano le cose questa si che è una bella notizia!!!!!

Firmato un accordo a tutto campo tra comuni, provider e Anti Digital Divide: parte il progetto che punta a dare finalmente una risposta valida a quelle zone d’Italia in cui i servizi broad band non sono mai arrivati. La soluzione IncludeIl progetto Include è pensato per creare una sinergia e una comunione di intenti tra enti locali e fornitori d’accesso, in modo tale da fornire ai discriminati del broad band, come sono stati definiti, la possibilità di accedere ai servizi di rete più avanzati, come il VoIP.

La Convenzione è stata firmata a Diano d’Alba, in provincia di Cuneo, ed è proprio da lì che, grazie all’intervento della Wave Tech, partirà il primo progetto, con infrastrutture broad band rese disponibili già nelle prossime settimane.

La chiave di volta sono evidentemente le tecnologie wireless, capaci di portare la banda larga anche in aree piuttosto ampie a costi non elevati: Include andrà a prelevare la banda dalle dorsali esistenti e la distribuirà tramite Wi-Fi. “L’80% dei comuni del cuneese – spiega ADD – sono piccoli comuni e la quasi totalità di essi è discriminata dall’accesso alla banda larga, ma con le antenne in progetto il broad band potrà raggiungere tutti i comuni in difficoltà potendo così garantire una nuova importantissima risorsa per zone a grave rischio di depauperamento economico nonché socio/culturale”.

ADD ha tenuto a sottolineare che l’iniziativa è aperta all’intero territorio italiano, in quanto “un utente su tre è escluso dai benefici offerti dalla banda larga”. Si tratta dunque di un modello esportabile che da questo momento può essere adottato da tutti i comuni interessati. Entro fine febbraio, inizi di marzo, vedrà così la luce una cooperativa per la promozione e il coordinamento delle installazioni wireless, uno strumento che potrebbe anche raccogliere contributi europei che dovrebbero essere oggetto di un prossimo bando, con la conseguenza di una possibile accelerazione degli obiettivi di Include.

“Il cantiere – spiega ADD – è aperto. L’ANPCI ha offerto la propria disponibilità, i provider hanno acconsentito ad un tavolo d’incontro per un concordato preventivo, le istituzioni regionali hanno promesso cospicui investimenti ed hanno offerto il proprio placet all’iniziativa. Tutti i comuni interessati possono ora rivolgersi all’ADD per eventuali informazioni facendo in modo che la propria cittadinanza abbia la possibilità di accedere a tutti quei servizi che (…) sono già accessibili dall’Italia di serie A rappresentata dalle zone già raggiunte dalle dorsali di rete esistenti sul territorio”.

Va detto che sono molti gli utenti Internet italiani in banda stretta che nel tempo hanno segnalato a Punto Informatico di aver raccolto firme nel proprio comune e di averle trasmesse a Telecom Italia e agli altri operatori, sperando di indurli ad investire in aree fin qui ritenute troppo poco profittevoli. Tentativi andati perlopiù a vuoto ma ora, con il progetto Include, l’iniziativa dei residenti dei piccoli comuni potrebbe rivelarsi vincente: l’interessamento delle autorità comunali e la collaborazione di ADD con Include sembra aprire una nuova stagione di opportunità anche per una serie di operatori Internet a caccia di nuove nicchie di mercato. Sperare diventa finalmente lecito.

ADD ha predisposto un minisito dedicato al progetto



Il Bassista – Gargamella’s -
February 6, 2006, 5:56 pm
Filed under: Gargamella's




WEBB

Claudio Vespignani, dovadolese, classe 1976, inizia a suonare il basso nell’estate 2001 da autodidatta. Grande appassionato di rock anni ’70, esordisce anche lui con i Gargamella’s mark I, poi segue le orme di Nico Hippy, partecipando allo Studio Ten e allo Scarabus. Nei Gargamella’s Webb suona il basso (Fender Jazz o Epiphone EB-3) e nel mark II divide i compiti vocali con Nico Hippy. A seguito del concerto del Massettastock è stato il primo a dare le dimissioni, convinto del fatto che il gruppo avesse a quel punto raggiunto il suo apice e i suoi limiti, oltre i quali non era possibile andare.



Wallpapers
January 14, 2006, 5:21 pm
Filed under: Girando per la rete

Vi siete stancati della solita immagine sul vostro desktop?
Ho trovato un sito francese pieno zeppo di sfondi.
Attualmente sono presenti 522 immagini tutte in alta risoluzione, i soggetti sono diversi dalla computergraphics ai manga alle bellezze in costume al pinguino del linux ecc…



Notizia dalla rete Albert Hofmann
January 13, 2006, 5:52 pm
Filed under: Girando per la rete

Ho trovato questa notizia su euronews

L’inventore dell’Lsd compie 100 anni e difende le virtù dell’allucinogeno

E’ il primo uomo della storia ad aver assunto l’Lsd è ha appena compiuto 100 anni: è l’inventore Albert Hofmann. Il chimico svizzero ha festeggiato il secolo di vita, cercando di riabilitare la sua discussa creatura.

“E’ un magnifico compleanno – ha detto Hofmann alla sua festa – Direi un party da alterazione mentale anche senza bisogno di LSD”.

Hofmann scoprì per caso gli effetti allucinogeni della molecola nel 1938. Cinque anni più tardi creò l’Lsd vero e proprio. Usato come droga dalla generazione dei figli dei fiori, lo psichedelico è stato utilizzato come palliativo per malati terminali di cancro, sui quali la morfina non faceva più effetto.

Hofmann crede tuttora nelle sue virtù e spera che la sostanza, oggi totalmente proibita, torni ad essere impiegata.

Auguri Mr Hofmann



Gargamella’s —il cantante—
January 13, 2006, 4:55 pm
Filed under: Gargamella's



VINS

Vincenzo
Sansone
, dovadolese di origine calabro-teutonica, classe 1983, è stato l’unico
del mark I a non comparire nella riunion. Personaggio alquanto bizzarro ma di
buon carattere, cantante ed armonicista, grande amante dei Led Zeppelin,
del blues e rock’n’roll in generale, entrò nei Wood Flowers di NICO HIPPY nel
2001, partecipando ad una discreta quantità di concerti. Nell’autunno 2002
abbandona il gruppo per motivi personali, adducendo l’impossibiltà di
conciliare l’impegno musicale con quelli amorosi e sportivi. Ma poco dopo tempo
è di nuovo in pista con i Gargamella’s mark I e poi con lo Studio Ten, fino al
momento (settembre 2003) in cui decide di abbandonare definitivamente ogni
attività musicale, salvo poi comparire come special guest nella
esibizione del Zoc Ad Nadel. Senza lasciare alcun dubbio sulle sue
origini meridionali, Vins è il tipico cantante col cuore in mano, passionale ed
energico, che sopperisce le carenze tecniche con un grande temperamento.

Testo By Webb (biografo del gruppo) Foto by Webb (copertina del secondo disco)




Follow

Get every new post delivered to your Inbox.